Pedodonzia: prevenzione orale nel bambino

On 3 gennaio 2013 by Francesco Basile

La Pedodonzia, o odontoiatria pediatrica, è quella particolare branca della medicina che si occupa della salute orale del paziente in età infantile.

Le patologie orali di più frequente riscontro in questa fase dello sviluppo sono:

  • Carie
  • Pulpite
  • Gengivite
  • Malocclusioni dentali
  • Disgnazie (scorretta crescita delle ossa dove sono inseriti i denti)
  • Lesioni dentali di origine traumatica
  • Agenesie (mancata formazione del dente sia deciduo che permanente)

Secondo i dati dell’ Organizzazione Mondiale della Sanità ad oggi solo il 42% dei bambini di 6 anni sono caries-free (ossia non presentano carie), fino ad arrivare a 15 anni quando il numero di ragazzi con una dentatura sana scende drasticamente all’11,6%.

La salute orale è legata fortemente all’alimentazione  la dieta seguita dal bambino influenza lo sviluppo del distretto craniofacciale, le patologie a carico delle mucose orali e dei denti.

Un cofattore di primaria importanza per lo sviluppo della carie è rappresentato dagli zuccheri alimentari che i batteri utilizzano per la produzione di acidi in grado di demineralizzare lo smalto. L’assunzione frequente di bevande zuccherate, soprattutto di notte, può portare alla drammatica Sindrome da Biberon, a causa della quale possono venire rapidamente distrutti irreversibilmente i tessuti non ancora fortemente mineralizzati della dentatura decidua (“da latte”).

Durante il periodo dello svezzamento, quindi è consigliabile dare al bambino un biberon d’acqua, o il ciuccio consigliato dal vostro dentista, piuttosto che latte o succhi di frutta. Se state allattando, evitate che il bambino succhi in continuazione e dopo ogni poppata pulitegli i denti e le gengive con un panno umido e pulito.

Come prevenire?

Visita specialistica

Sin dall’età di 2 anni e mezzo il bambino può essere sottoposto a visita odontoiatrica per un inziale controllo della salute orale. A seconda delle condizioni del cavo orale il pedodontista (dentista che si occupa prevalentemente della cura dei bambini) saprà consigliarvi semplici istruzioni di igiene orale, terapie preventive come la fluoroprofilassi e le sigillature, oppure intervenire in caso di patologie già manifeste.

Igiene orale

Chiedete al vostro pedodontista di dare istruzioni di igiene orale al bambino quando sarà in grado di lavarsi da solo, così da imparare l’utilizzo dei comuni presidi igienici(spazzolino, filo, dentifricio, etc.), motivarlo e tenerlo controllato con visite periodiche a 6 mesi. Il fatto che il bambino impari a lavarsi già i denti da latte correttamente è fondamentale  sia per il mantenimento di questi ultimi sino alla permuta sia per abituarsi ad un’igiene corretta quando avrà la dentatura permanente.

Nel caso in cui il bambino fosse in cura con apparecchi ortodontici o ortopedici rende necessaria  una regolare igiene professionale per il periodo di trattamento al fine di mantenere integra la propria dentatura che per la presenza degli apparecchi sarebbe più facilmente soggetta a carie per il più difficile controllo della placca.

Fluoroprofilassi

Il fluoro è un elemento naturale che si combina con lo smalto e lo rafforza, proteggendolo dalla carie. Lo si trova in acqua e latte, ma quando queste fonti ne sono carenti si può ricorrere a pastiglie, gocce e gomme da masticare al fluoro. Solo se prescritte dall’odontoiatra in dose corretta a seconda del caso  permettono un idoneo controllo della fluoroprofilassi, infatti il mancato controllo della dose di fluoro può portare paradossalmente ad un eccesso che si manifesta con l’ndebolimento della struttura dentale stessa (fluorosi).

Sigillature

Eccellente presidio preventivo contro l’insorgere di carie è la sigillatura dei solchi presenti sulle superfici occlusali dei denti posteriori (molari da latte, premolari e molari permanenti). Un sottile strato di resina composita, depositata in queste piccole cavità naturali dove le colonie batteriche trovano l’ambiente ideale per svilupparsi, è un ottimo presupposto per mantenere sani i denti dei vostri bambini.

Inoltre una visita periodica dal pedodontista evita che eventuali carie si approfondiscano fino a giungere alla polpa dentale, provocando un’infiammazione spesso irreversibile, la pulpite, che causa forte dolore, difficoltà di trattamento e possibile perdita del dente interessato, con importanti conseguenze nello sviluppo e nella permuta delle arcate. Infatti quando un dente da latte viene perso precocemente senza che il permanente corrispondente sia in eruzione i denti vicini collassato nello spazio vuoto ed la dentatura superiore si abbassa, creando così problematiche ortodontiche facilmente evitabili.

Dott. M. Tremaroli

Comments are closed.