Vantaggi e svantaggi connessi al tipo di riabilitazione protesica

On 3 gennaio 2013 by Francesco Basile

VANTAGGI

SVANTAGGI

PROTESI MOBILE

TOTALE O PARZIALE

  1. Rapida realizzazione
  2. Durata da media a medio lunga
  3. Costo contenuto
  4. Facilità nell’effettuare le pratiche di igiene
  5. discreta capacità masticatoria dipendente dalle condizioni ossee

1. Difficoltà di adattamento e “mobilità”

2. Necessità di rimozione per effettuare le pratiche di igiene

3. Rischi di carie sui denti pilastro   se presenti.

4. Potenziale aggravamento della salute parodontale

5. Possibile probleni estetici

6. Protesi di tipo AFISIOLOGICA   che provoca graduale riassorbimento dell’osso su cui è adattata

7. Necessità di periodici ribasamenti

8. Nella protesi provvisoria immediata (pre o post- estrattiva), si possono avere possibili incongruenze di combaciamento della base della protesi al supporto: (gengiva-osso) dovute al rapido riassorbimento dell’osso dopo leestrazioni, con conseguenti decubiti e necessità di ribasamenti nel periodo di guarigione

COMPLICANZE

8. Allergia al materiale utilizzato

9. Decubiti mucosi da processi infiammatori acuti;

10. Iperplasie fibromucose da processi

infiammatori cronici;

11. Processi neoploastici da traumatismo cronico;

12. Danni all’ ATM secondari a incongrui scarichi di forza;

13.Accidentale ingestione delle protesi (èpparziale);

14.Alterazione del gusto, transitoria??

PROTESI COMBINATA

(MOBILE + FISSA)

1. Accettabilità e migliore stabilità della parte mobile

2. Migliore estetica per l’utilizzo di attacchi al posto dei ganci

3. discreta efficacia masticatoria

1. Costo medio-alto

2. Necessità di rimozione della parte mobile per le pratiche di igiene

3. Possibile riassorbimento dell’osso alveolare su cui appoggia la protesi mobile

4. Necessità di ribasamenti

PROTESI FISSA

1. Perfetta stabilità

2. Ottima efficacia estetica,con la porcellana

3. Facile igiene orale

4. Durata medio-lunga

buona efficacia masticatoria

1. Costi elevati

2. Necessità di controlli clinici continui

3. Sacrificio di alcuni denti come pilastro di protesi

Possibili devitalizzazioni, di alcuni o di tutti i denti pilastro

IMPLANTOPROTESI

1. Perfetta stabilità

2. Accettabile o buona efficacia estetica quando possibile, dipendente dal grado di perdita ossea su cui è inserito l’impianto

3. Relativa facile igiene orale

4. Durata medio-lunga

5. Possibilità di evitare la protesi mobile

6. Risparmio biologico: non vengono “limati” i denti naturali per l’ancoraggio protesico

7. ottima efficacia masticatoria

1. Costi molto elevati

2. Necessità di interventi chirurgici per inserire gli impianti o per determinare le condizioni (innesti ossei)

3. nel caso di carenza ossea necessità di un ulteriore intervento   di innesto di osso e/o rialzo del   seno mascellare con aggiunta di materiali eterologhi

4. :innesti ossei, post-implantari:

5. interventi mucogengivali per migliorare l’estetica,

6. Controlli periodici del supporto osseo

7. Necessità di periodiche sedute di igiene professionale e buona igiene orale domiciliare

8. Costi di gestione per il mantenimento

Comments are closed.